La Collina dei Ciliegi ®

I “must-have” dell’estate 2015

wp_3697299 0 comments
21Lug2015
0

Con l’arrivo dell’estate cala il consumo di vini rossi. Purtroppo, potremmo dire, visto che con i rossi strutturati ci troviamo a nostro agio.
Ma il caldo non ci coglie impreparati, grazie alla nostra munita gamma di fantastici vini bianchi, rosati e di bollicine in grado di soddisfare davvero le aspettative di tutti gli appassionati.

A ogni vino il suo momento

IMG_0065
Immaginiamo una tipica giornata estiva, una di quelle in cui non ci si alza presto (le vacanze sono sempre benvenute…) e si fa tutto con calma. Vi è dunque il tempo di sedersi a tavola con la famiglia e di dedicare qualche minuto a noi stessi con lo spirito rilassato che invita a concederci qualche gratificazione in più. Che c’è di meglio in casi come questo se non condividere un calice di fresche bollicine con chi ci vuole bene, magari aspettando di sedersi a tavola?
Per queste occasioni nulla è meglio de il Brut de La Collina dei Ciliegi. Base chardonnay e garganega, questo spumante appare di un bel colore giallo paglierino, con una bollicina fine e persistente. Intenso nei profumi di mela golden e leggera crosta di pane, in bocca è secco ma non troppo: una sottile nota morbida ne esalta la naturale aromaticità. Un vino davvero piacevole, che in bocca rivela una gradevole sapidità e una buona persistenza aromatica. Il segreto per apprezzarlo con la massima soddisfazione è senza dubbio quello di servirlo fresco, anzi molto fresco: attorno ai 6 gradi, in un calice non troppo ampio, che valorizzi il perlage del vino.
Con tali premesse, si può approcciare il pranzo con lo spirito giusto. Per garantire il naturale crescendo, degustiamo un calice di rosato, il Bardolino Chiaretto Doc della linea W2B. Prodotto con uve corvina, rondinella e molinara, tre varietà tipiche del veronese, è un vino caratterizzato da un bel colore rosa “chiaretto”, ottenuto grazie a un rapido contatto del mosto con le bucce (da un minimo di 12 a un massimo di 24 ore). Il risultato è un vino dall’intenso profumo fruttato, che ricorda la ciliegia. In bocca è ampio, come dicono i tecnici per descrivere un vino che presenta una larga gamma di sapori, e sapido, ideale accompagnamento per una ricca varietà di piatti estivi anche a base di pesce. In questo caso la temperatura di servizio può essere leggermente più alta rispetto alle bollicine di aperitivo, ma non di molto. In tavola, se non abbiamo a disposizione una glacette, nel giro di pochi minuti rischia di diventare troppo caldo, perdendo così parte della sua naturale piacevolezza. La temperatura ideale di servizio si aggira sugli 8 gradi.
Rosa è anche il vino suggerito per il rito dell’aperitivo serale. In questo caso, una bollicina molto particolare, frutto della lavorazione di un vitigno internazionale, il merlot, coltivato praticamente in tutto il mondo, ed il tai rosso, che invece è una varietà tipica del nostro Nord Est. Stiamo parlando de il Rosè della linea W2B, un gradevole0 bicchiere che si contraddistingue per il bel colore rosa, con bouquet di fiori di pesco, melone e frutto della passione. Bollicine non troppo strutturate e difficili da bere ma fresche, fruttate e piacevoli, che predispongono ottimamente alla cena. Come sempre, occhio alla temperatura! Alla maniera del Brut, queste bollicine non vanno gustate troppo calde: meglio un grado di meno, che uno di troppo (6 è l’ideale).
Per non farci mancare nulla e coccolarci per bene, dopo un aperitivo dal colore rosa, portiamo a tavola un vino bianco e fermo. Il Garganega de La Collina dei Ciliegi è un vino che sa accompagnare bene qualunque cena estiva: fresco e piacevole, bello anche da vedere con il suo colore giallo paglierino, con riflessi verdastri. Al naso si distingue per gli evidenti sentori di albicocca e fiori freschi, tra cui spicca il gelsomino. In bocca è secco, sapido e lievemente aromatico, sensazione che deriva dalla particolare scelta di ritardare di qualche giorno il momento della raccolta delle uve.
Un calice che, anche dopo cena, può farci tranquillamente compagnia mentre scambiamo due chiacchiere al fresco con gli amici, magari programmando la successiva giornata di vacanza.

In Category : Landing pages